BusinessMarketingModaWeb

Moda e Comunicazione Online, un mercato di opportunità

By 17 gennaio 2015 No Comments

Contrariamente a quanto siamo abituati a sentire negli ultimi tempi, l’industria della moda “made in Italy”, in riferimento ai mercati internazionali durante il 2013, ha dato luogo ad una performance di cui essere più che soddisfatti: le esportazioni sono cresciute del 3,7% rispetto al 2012, stabilendo un nuovo record storico.

Ma quali opportunità può offrire il web a questo settore? Proviamo a tirare due somme…

Oggi circa 70 milioni di utenti in Europa visitano abitualmente siti su tematiche inerenti il mondo del “fashion”, il 22% dei quali compra online. Attraverso strumenti di analisi Google, abbiamo riscontrato che ogni secondo vengono effettuate 8500 ricerche su prodotti moda, finalizzate all’acquisto*.

Numeri che farebbero gola a chiunque, ma se da un lato ci sono chiari segnali di una domanda in crescita esponenziale, dall’altro risulta palese una mancanza di presidio delle nostre aziende.

Le imprese moda “nostrane” non sono ancora orientate verso una comunicazione congiunta tra offline ed online. Esse apportano grandi investimenti in advertising tradizionale rivolto, tuttavia, a consumatori sempre più informati ed abituati a subire un tipo di comunicazione digitale, che ha mutato i loro standard. Alle persone oggi, ad esempio, non basta più vedere la foto di un capo e leggere qualche recensione per sentirsi predisposti all’acquisto, questo dovrà essere scrutabile in ogni minimo dettaglio, comodamente da casa, attraverso video e/o grafica 3D. Per capire l’importanza di questo passaggio, basta pensare che negli USA i consumatori che acquistano prodotti moda, 4 volte su 10, effettuano la transazione soltanto in seguito alla visualizzazione di un video sulla sfilata o il capo/accessorio “indossato” *.

Se quindi ad una comunicazione offline non segue una presenza efficace sul web, il valore dell’advertising viene disperso e talvolta il cliente viene addirittura spinto verso la concorrenza. I consumatori utilizzano la rete, oltre che per l’acquisto, per ricevere maggiori informazioni sui prodotti, seguire le mode del momento e trovare gli store dove effettuare acquisti. Quindi, non si tratta puramente della scelta di vendere o meno attraverso canali digitali, ma essere presenti nel modo giusto sul web significa rispondere in modo efficace a specifici bisogni espressi spontaneamente dal mercato.

In Inghilterra, durante l’ultimo anno, il fatturato delle transizioni online ha superato quello prodotto offline.

Non dimentichiamo l’importanza che ha l’engagement con il consumatore, anche in una fase successiva l’acquisto, il dialogo con i propri clienti deve restare un focus principale per l’impresa. Fornire aggiornamenti periodici, proporre offerte speciali, condividere articoli  interessanti ed organizzare eventi sono solo alcune delle tecniche per fidelizzare i clienti semplificate dall’utilizzo della rete.

Altra finestra interessante d’opportunità mostrata dal mondo digitale è quella di sviluppare un canale vendita fruibile via mobile. Il 20% dei proprietari di smartphone, almeno in un’occasione, ha effettuato un acquisto dal proprio dispositivo*. Inoltre, è palese per chiunque l’importanza che sta conquistando l’utilizzo di internet da cellulare, diviene standard minimo per un impresa avere un sito responsive (adattivo, a seconda del device sul quale viene visualizzato) o un app mobile dedicata.

Il web e soprattutto Google non sono soltanto uno strumento pubblicitario e per massimizzare le vendite: attraverso la misurazione dei comportamenti degli utenti, esso ad esempio può indirizzare le imprese verso nuovi mercati di sbocco. Sempre in riferimento all’ultimo anno, le ricerche su prodotti moda “made in Italy” da paesi extra-UE sono cresciute in modo esponenziale:

  • India +2189%;
  • Russia +1019%;
  • Brasile +339%;
  • Cina +266%.*

Source: Nielsen Netview, Oct 2012; Forrester Research Online Retail Forecast, 202 (Western Europe); Google internal data

In conclusione: l’intenzione d’acquisto, riscontrata e misurata sul web, verso i prodotti moda di brand italiani è molto alta, essi sono associati dai consumatori a parole come qualità, eleganza e stile. Il settore non è del tutto sgombro da concorrenti ma nessuno si è attestato come leader del mercato, lasciando un grande margine di movimento ad eventuali nuovi player.
Per tutti questi fattori, noi di Vitamin, crediamo che apportare gli investimenti giusti in questa direzione possa comportare il raggiungimento di grandi traguardi.

Vuoi sfruttare a pieno le potenzialità della rete e capire come sviluppare il tuo business?

Leave a Reply